Matrimonio nullità processi più veloci

È stato introdotto l’08.09.2015 dalla Lettera Apostolica “Mitis Iudex Dominus Iesus” data Motu Proprio dal Santo Padre Francesco sulla riforma del processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità del matrimonio nel Codice di Diritto Canonico. E’ un processo matrimoniale canonico in tempi brevissimi che si svolge in una sola udienza dove vengono interrogati le parti e i testi.

Dopo la presentazione del libello al Vicario giudiziale, questi, dopo averne verificato i presupposti, deve fissare l’udienza per la raccolta delle prove entro 30 giorni. Finita l’istruttoria viene concesso un termine di 15 giorni per la presentazione delle osservazioni del Difensore del Vincolo e delle difese delle parti, dopo di chè il Vescovo diocesano emette la sentenza, che può essere solo affermativa, altrimenti rinvia la causa al processo ordinario. Tale processo ha una durata di soli 6 mesi.
Presupposti del processo breviore:
a. la domanda deve essere proposta da entrambi i coniugi o da uno di essi col consenso dell’altro.
b. la nullità del matrimonio è resa manifesta da circostanze di fatti e di persone, mediante testimonianze o documenti.

Esempi delle circostanze sono :
1. la mancanza di fede, che può generare la simulazione del consenso o l’errore determinante la volontà;
2. la brevità della convivenza coniugale;
3. l’aborto procurato per impedire la procreazione;
4. l’ostinata permanenza in una relazione extraconiugale al tempo delle nozze;
5. l’occultamento doloso della sterilità o di una grave malattia contagiosa o di figli nati da una precedente relazione o di una carcerazione;
6. la causa del matrimonio estranea alla vita coniugale o consistente nella gravidanza imprevista della donna;
7. la violenza fisica inferta per estorcere il consenso;
8. la mancanza di uso di ragione comprovata da documenti medici;